Highlights[slider mobileno]

Tattiche[three](6)

News[oneleft]

Tornei[oneright mobileno]

Il Leicester di Claudio Ranieri - FIFA 16 edition

Claudio Ranieri è un allenatore di lungo corso, spesso, a detta degli stessi "esperti", sottovalutato oppure coinvolto in progetti con poca convinzione o nel momento sbagliato.

Claudio Ranieri ha comunque raccolto diversi successi:
  • 1 Campionato di serie C1
  • 1 Coppa Italia di serie C1
  • 1 Campionato di Serie B
  • 1 Coppa Italia,
  • 1 Supercoppa italiana
  • 1 Campionato di Ligue 2
  • 1 Coppa di Spagna
  • 1 Coppa Intertoto UEFA
  • 1 Supercoppa UEFA
La domanda che mi è sorta vedendo la cavalcata del Leicester di Claudio Ranieri, è stata: ma quali idee stanno dietro il gioco dei mitici Foxes ?

Ranieri ha elaborato insegnamenti risalenti (su tutti, quelli di Arrigo Sacchi) dando vita alla propria visione tecnico-tattica del calcio. A nostro parere è uno degli allenatori che ha tratto maggiori insegnamenti dalle sue esperienze passate.

Le parole chiave di questo gioco potrebbero essere individuate in questi termini: compattezza e aggressività calcolata e ...

Compattezza, perchè lo spazio tra le linee è compatto, come da immagine che segue


Aggressività, perchè dall'attacco a ritroso fino ai difensori, tutti praticano un pressing molto intenso per recuperare la palla ma l'aggressività (salvo nelle giornate storte) è "falsamente" sconsiderata, ovvero è studiata e i movimenti degli altri sono finalizzati a non indebolire la compattezza, ecco perchè parliamo di "aggressività calcolata".

e ... "to induce long balls". Uno degli scopi dell'aggressività è quello di indurre l'avversario a lanciare lunga la palla per smorzare la pressione delle "volpi", con il risultato di mettere in difficoltà le punte nel confronto aereo con i centrali del Leicester, bravi di testa.

Lo schema di base è un 4-4-2.


A differenza di altri 4-4-2, la principale differenza di "modulo" è imputabile al tipo di gioco delle ali. Infatti nel Leicester di Ranieri, le ali non giocano in modo simmetrico, Albrighton manovra più largo mentre il suo opposto gioca in posizione di COD (e non di ED) e converge al centro togliendo i punti di riferimento agli avversari.

Posizioniamo i nostri uomini secondo i ruoli e le istruzioni illustrate:


In difesa abbiamo una linea a 4 classica, due terzinacci (meglio se hanno discreti piedi dato che spingono ma non è essenziale) che abbiano fiato e velocità, due centrali che consigliamo alti per intercettare i passaggi lunghi (meglio se uno dei due è veloce per prendere eventuali "fughe" delle punte avversarie).


A centrocampo, abbiamo i due centrali (CCD e CCS) solidi e atletici. Teniamo presente che il possesso palla non è una caratteristica di questo modulo, dunque non servono fini palleggiatori ma centrocampisti di movimento e bravi nel passaggio medio e due "ali" che, come detto, si muoveranno in modo asimmetrico, Albrighton gioca più largo mentre Mahrez taglia dentro fungendo all'occorrenza da "terzo terminale offensivo".


Gli attaccanti giocano centralmente e sono sempre pronti ad intercettare le linee di passaggio avversarie, sono fondamentali anche in fase difensiva dato che debbono creare ansia all'avversario quando cerca di impostare l'azione.

Tattica personalizzata


Di seguito la tattica da abbinare al modulo di gioco di Claudio Ranieri.


La squadra è compatta, aggressiva e arriva al tiro con pochi passaggi, naturalmente questo comporterà una certa sofferenza per i cambi di gioco orizzontali, dunque fate attenzione!

Conclusioni

Questo modulo è molto equilibrato, aggressivo quanto basta e con attaccanti precisi può dare grandi soddisfazioni. Certamente con attaccanti di peso tipo Dzeko questo tipo di gioco può andare in difficoltà ma, a parte questa evenienza, con esso si può affrontare la maggior parte degli avversari.

Adesso la palla a voi!

Ben trovati, fateci sapere la vostra e sommergeteci di "like" e "condivisioni", così avremo un motivo in più per sfornare sempre nuovi moduli!

scritto da L'Avvocato*


*L'Avvocato, al secolo Riccardo Abeti, è un avvocato specializzato in privacy e diritto delle nuove tecnologie che ha, da molti anni, una grande passione per la strategia, i moduli e le tattiche calcistiche (sia nel calcio reale che in quello simulato come nel caso di FIFA della EA). Le analisi di Riccardo Abeti sono pubblicate, spesso in anonimato, su molti siti italiani e stranieri che si occupano di calcio.

Siamo tornati!




Dopo lunga attesa abbiamo sfornato un nuovo modulo!

Seguiteci e collegatevi stasera alle 17 per vedere la pubblicazione del primo modulo per EA FIFA 16!

Buon FIFA e buon calcio a tutti!

Il Bayern di Pep Guardiola - FIFA 15 edition


Quando Pep Gaurdiola venne ingaggiato dal Bayern si sollevò un certo grado di stupore tra i tifosi e tra gli addetti ai lavori.

Come poteva essere migliorata una macchina meravigliosa come il Bayern di Heynckes, il Bayern del triplete?

Siamo a metà stagione eppure il nuovo Bayern sembra avere qualcosa in più rispetto all'anno scorso, ad esempio la capacità di annichilire gli avversari facendo passaggi rischiosi solamente quando si creano le condizioni per fare goal. Emblematica la partita di Champions giocata contro il Manchester City, che ha visto un ripetuto e snervante possesso palla della squadra di Guardiola per oltre venti minuti, il match si è concluso 3-1 per i tedeschi.

Questi gli ingredienti fondamentali del gioco del Bayern di Pep:
  • nuovo modulo: l’era Guardiola è iniziata sotto il segno di una profonda innovazione tattica, quella dettata dal passaggio al 4-5-1, schema particolarmente adatto alla perfetta coesistenza degli elementi a disposizione di Pep. E' pur vero che esistono molti adattamenti del modulo "principale", a seconda degli avversari di turno. Oggi possiamo dire che il modluo di maggior utilizzo oscilla tra una sorta di 3-5-2 e il 4-4-2.
  • corsie esterne: le fasce hanno un ruolo di primo piano nella strategia di gioco del tecnico spagnolo.
  • niente riferimenti in avanti: nessun punto di riferimento in avanti, Mandzukic, si sposta spesso in appoggio agli esterni per permettere l’inserimento dei centrocampisti d’assalto.
  • imprevedibilità: il Bayern attuale non gioca però allo stesso modo del Barcellona. Meno palla a terra ma identico fraseggio a ridosso dell’area di rigore per mettere in crisi i difensori e creare gli spazi. Si evitano i cross che sono la principale causa (qualora intercettati) di rovesciamento di fronte, piuttosto gli esterni spostano la sfera in orizzontale e sull’opposta corsia di gioco. Pressing alto quando la palla è tra i piedi dell’avversario. Il Bayern di Guardiola intende ridurre lo spazio a disposizione dell’avversario e, allo stesso tempo, espandere il proprio per creare una situazione di dominio totale del campo.

Vediamo ora come implementarlo in FIFA 15, attraverso gli strumenti tattici che il gioco mette ad disposizione. Partiamo dal modulo 3-4-3 che offre il gioco.

Per prima cosa posizioniamo i difensori. La difesa è composta da quattro giocatori, tuttavia, a causa della rigidità di alcune opzioni dell'editor, imposteremo solamente tre giocatori di ruolo nelle posizioni di: CS, LIB, CD, naturalmente per i puristi dei numeri nulla impedisce di schierare la difesa a quattro con Bernat ASA, Alaba ADA, Benatia e Boateng centrali (CS e CD).
A centrocampo abbiamo Xabi Alonso nella posizione di "frangiflutti", ovvero davanti alla difesa, Lahm un po' più avanti spostato sulla destra, Ribery in posizione di COS e Robben in posizione di ED. Quest'ultimo parte largo e si accentra negli spazi lasciati dalle punte.
In avanti le punte, da questa stagione, sono, spesso, due: una pura, Lewandoski (PS) e l'altra "adattata", Muller (ATD).



Ora procediamo impartendo ai giocatori le istruzioni necessarie.

Istruzioni

I difensori fanno un lavoro difficile in questo modulo, infatti non devono fare sortite in avanti ma devono tenere la squadra corta. Spesso questo rappresenta anche il punto debole del modulo che nelle serate "NO" tende ad imbarcare qualche goal di troppo.
 A centrocampo i cinque giocatori svolgono un opera molto differente, si va dalla cerniera rappresentata da Xabi Alonso, al lavoro "creativo" di Ribery, alla spinta di Robben e al duplice lavoro di Lahm.
 In avanti Lewandoski tiene palla e fa salire la squadra ma ha un importante ruolo nel tenere impegnata la difesa avversaria in fase di impostazione, al fine di consentire il rapido recupero della palla.
Muller intercetta le linee di passaggio creando, sistematicamente, imbarazzo e incertezza nel portatore di palla avversario o in coloro che, frequentando la zona di sua competenza, devono continuamente  muoversi per aprire corridoi utili al "giro-palla".

Tattica personalizzata



Naturalmente, per perfezionare la simulazione del sistema di gioco di Pep Guardiola, occorre impostare una tattica che adatti il comportamento dei giocatori al modulo di base. La manovra è lenta, cerca di smorzare l'aggressività avversaria e a far stancare chi porta il pressing. I passaggi sono per lo più corti e sicuri, i giocatori fanno ricorso al lancio lungo quando cercano, in orizzontale, di cambiare gioco. Come detto il ricorso al passaggio rischioso lo si fa solo quando ci sono elevatissime probabilità di successo. La posizione è libera in modo che non sia di facile lettura la dinamica del gioco che il nostro "Bayern" sta impostando. Come già abbiamo detto, i cross rappresentano un gesto che espone la squadra al rischio di perdere il possesso palla, dunque da evitare accuratamente. Per concludere la nostra tattica personalizzata impostiamo la difesa: pressing e aggressività superiori a quelli del Barca dello stesso Guardiola, la squadra è ampia, la linea difensiva lavora in copertura.

Infine giostrate con attenzione l'atteggiamento in campo (selezionabile con le frecce destra e sinistra mentre siete in possesso palla) in quanto certamente questo modulo dà il meglio di sé con un approccio equilibrato al fine di evitare di spostare troppo in avanti il baricentro.

Conclusioni

Affinchè possa esprimersi al meglio, questo sistema deve essere interpretato nel modo giusto. Per fornire un parametro utile, quando si pratica il tiki-taka occorre ricorrere al passaggio per scaricare l'aggressività/pressing degli avversari ogni qualvolta non ci siano le condizioni per un affondo vincente; dunque evitate di effettuare il passaggio in profondità qualora non si siano create le condizioni ideali.

Eccellente da giocare nelle stagioni online, questo modulo è estremamente versatile.

Infine, un avvertimento, questo sistema di gioco non ha difetti macroscopici, tuttavia il momento in cui la palla viene recuperata dall'avversario, a seconda della zona di campo in cui questo accade, rappresenta la situazione di maggior vulnerabilità.
Non resta che provarlo e raccontarci le vostre sensazioni, buon divertimento!

scritto da L'Avvocato*


*L'Avvocato, al secolo Riccardo Abeti, è un avvocato specializzato in privacy e diritto delle nuove tecnologie che ha, da molti anni, una grande passione per la strategia, i moduli e le tattiche calcistiche (sia nel calcio reale che in quello simulato come nel caso di FIFA della EA). Le analisi di Riccardo Abeti sono pubblicate, spesso in anonimato, su molti siti italiani e stranieri che si occupano di calcio.

L'Empoli di Sarri - FIFA 15 edition

Con questo modulo cerchiamo di analizzare e, successivamente, realizzare, uno dei sistemi di gioco che dimostra che, se ci sono le idee, la squadra può fare un buon campionato anche con giocatori di caratura media.

Non sempre gli ideologi del calcio hanno raccolto le vittorie che avrebbero meritato ma, in un calcio che vede divisioni sempre più abissali tra le squadre degli "sceicchi" e tutte le altre, spiccano i Sarri, i Di Francesco, i Ventura.

Il calcio di Sarri non è affatto "elementare", i movimenti che chiede ai propri giocatori non sono molti ma sono elaborati e richiedono freddezza nell'esecuzione.

La struttura di base è costituita da una difesa a 4, un rombo di centrocampo e due punte.

Gli ingredienti sono: pressing alto e aggressività da un lato e verticalizzazioni improvvise dall'altro.

Proprio l'elevato livello di "rischiosità" nelle verticalizzazioni richiede un pressing forsennato per recuperare le palle perse.

Sicuramente si tratta di un sistema dispendioso in modo inversamente proporzionale alla qualità dei giocatori impiegati, ovvero tanto maggiore è la qualità dei giocatori tanto minori saranno gli errori di impostazione e la, conseguente, necessità di recuperare la sfera.


Vediamo come realizzare questo modulo con l'editor di EA FIFA 15!

In campo avremo:

Quattro difensori molto coperti, che non si abbandonano mai a cavalcate in profondità.
Allo stesso modo Valdifiori, nel ruolo di CDC, non spinge in fase offensiva (vedremo il suo comportamento nelle "istruzioni").
Davanti a Valdifiori due centrocampisti che presidiano il centrocampo diventando i metronomi dell'azione, l'interpretazione dei due, il CCD e il CCS, non è omogenea in quanto il CCS, in genere, spinge un po' meno.
A completare il rombo di centrocampo ci pensa Saponara (prima di lui Verde) che funge anche da terza punta in quanto gli attaccanti tendono ad aprire spazi centrali grazie al loro movimento.
Le punte sono molto aggressive in fase di non possesso e ripartono rapidamente in fase di possesso palla.


Ora procediamo impartendo ai giocatori le istruzioni necessarie.

Istruzioni

Nella linea a 4 il TS sarà chiamato a spingere sovrapponendosi sistematicamente mentre il TD lo dovrà fare in modo più equilibrato.
Come detto sopra, i due centrali di difesa dovranno mantenere la posizione senza sbilanciarsi in avanti proprio per rappresentare il baluardo in caso di rovesciamento di fronte.


A centrocampo Il CCD sarà chiamato a spingere maggiormente rispetto al CCS. Valdifiori, nel ruolo di CDC dovrà proteggere la difesa, limitandosi a salire per tenere corta la squadra.
In avanti Saponara, nel ruolo di COC, dovrà scalare a coprire all'occorrenza e recitare il ruolo di "terza" punta allorquando si aprano gli spazi ad opera dei due attaccanti.


In avanti, Maccarone dovrà tenere palla per consentire alla squadra di rimanere corta, mentre Pucciarelli dovrà allargare le maglie della difesa per consentire gli inserimenti, tra le linee, dei centrocampisti.


Tattica

Di seguito la tattica da abbinare al modulo di gioco di Maurizio Sarri.


Passaggi rischiosi, un numero limitato di cross, pressing e aggressività elevati e una squadra stretta che in fase offensiva riparte rapidamente mentre in fase difensiva occupa gli spazi e impedisce agli avversari di impostare con facilità, obbligandoli ai lanci lunghi.

Conclusioni

Modulo perfetto per tutte le occasioni, dalle stagioni online alle amichevoli.
Gestire con sapienza l'atteggiamento di gioco portandolo a "ultra offensivo" per poi ripristinarlo sulla posizione "equilibrato", tirerà fuori il meglio da questo tipo di organizzazione di gioco.

Non resta che provarlo e raccontarci le vostre sensazioni, buon divertimento!

scritto da L'Avvocato*


*L'Avvocato, al secolo Riccardo Abeti, è un avvocato specializzato in privacy e diritto delle nuove tecnologie che ha, da molti anni, una grande passione per la strategia, i moduli e le tattiche calcistiche (sia nel calcio reale che in quello simulato come nel caso di FIFA della EA). Le analisi di Riccardo Abeti sono pubblicate, spesso in anonimato, su molti siti italiani e stranieri che si occupano di calcio.

Come gioca l'Empoli di Sarri?



E' uscito il nuovo post di tattiche di FIFA RELOADED.

Il sistema di gioco analizzato è quello dell'Empoli di Sarri!

Per rispondere a chi chiede le istruzioni sulle vecchie tattiche diciamo: si, aggiungeremo le istruzioni al più presto. Dopo l'Empoli di Sarri aggiorneremo il Bayern di Guardiola!

Buon divertimento!

Be social

FIFA RELOADED CHANNEL

Scarica la guida gratis

index