Il calcio moderno: il Milan di Sacchi

Correva l'estate del 1987, il Presidente Berlusconi ebbe un'intuizione come ne avrebbe avute molte altre negli anni a venire, infatt...

Correva l'estate del 1987, il Presidente Berlusconi ebbe un'intuizione come ne avrebbe avute molte altre negli anni a venire, infatti, indispettito dalla sconfitta del suo Milan ad opera di un Parma metodico e ben organizzato, decise di fare una scommessa, ingaggiare un allenatore senza galloni nè blasone ma che razionalmente esprimeva delle idee straordinerie. 

Le parole d'ordine erano molte ma tra loro coerenti: zona, pressing, fuorigioco, movimento senza palla, con un obiettivo che non era di nessuno e per molti anni non è stato di nessuno, se non del Barcellona di oggi e di pochissime altre squadre non-italiane: la fierezza di dominare l'avversario sia in casa che fuori, accompagnata dalla convinzione di avere il gioco migliore e di essere la squadra più forte.

Il Milan di Sacchi giocava con un modulo estremamente ordinato con quattro difensori in linea (in realtà i terzini erano leggermente avanzati e scorrazzavano avanti e indietro sulle fasce di competenza), un centrocampo che mutava a seconda della fase in cui si trovava (ovvero in linea in fase difensiva e a rombo in fase offensiva), due punte che iniziavano la fase difensiva con un pressing alto sin dai primi movimenti di impostazione della difesa avversaria.

Questi i pilastri dello schema di Sacchi:
  • due centrali difensivi, di cui uno con compiti di regia per dettare i tempi del fuorigioco.
  • due terzini con grande diligenza tattica ma anche propensione offensiva a supporto della fase d'attacco(molto spesso i cross a centro area venivano realizzati dai terzini).
  • quattro centrocampisti, un interditore, un trequartista, un jolly e un corridore instancabile.
  • due punte, una stabilmente in avanti (Van Basten) e una che giostra qualche metro indietro (Ruud Gullit).

Vediamo come implementarlo in FIFA 15, attraverso gli strumenti tattici che il gioco mette a disposizione, partendo dal modulo 4-4-2.



Posizione giocatore


In difesa i due centrali sono nelle posizioni di CD e CS mentre i due terzini leggermente avanzati rispetto alla linea dei difensori centrali (comunque nei ruoli di TD e TS). A centrocampo i due centrocampisti centrali, meglio se uno forte, resistente e aggressivo, un'altro forte ma dotato di buona tecnica e di intelligenza tattica, e due centrocampisti laterali (uno dei due potrebbe essere posizionato in modo leggermente asimmetrico dato che di fatto aveva facoltà di svariare tra le linee avversarie). In attacco le due punte sono un po' sfalzate, e ricollocate a seconda degli interpreti utilizzati (Virdis piuttosto che Van Basten), nelle posizioni di AT e ATD. 


Rendimento giocatori


La squadra non aveva elementi statici, si muoveva compatta e coerente. Tuttavia per mantenere un po' di benzina nelle gambe, si consiglia di limitare leggermente l'intensità di una delle due punte e del centrocampista di maggior qualità.

Posizione giocatore


I terzini devono senz'altro fare un gran movimento e diagonali difensive. I centrocampisti dovrebbero passare dalla posizione "in linea" alla posizione "a rombo", in questo l'editor non ci aiuta molto ma proviamo ad ottenere il risultato con le impostazioni illustrate.

Tattiche personalizzate


Per simulare al meglio l'organizzazione del gioco di Sacchi occorre, per prima cosa impostare una costruzione di manovra organizzata e velocità del gioco alta, il Milan di Sacchi non puntava sul possesso di palla fine a se stesso. I passaggi sono per lo più brevi e sicuri. Occorre poi impostare un numero di cross. Infine, gli ingredienti richiesti sono: pressing alto, aggressività, ampiezza della squadra che presidia il campo in ogni sua parte e, ovviamente, la linea difensiva impostata su fuorigioco.

Conclusioni

Quello rappresentato è un sistema di gioco che impegna molto tutti i giocatori e il rischio che i terzini rimangano attardati è piuttosto elevato.
La linea difensiva estremamente alta votata al fuorigioco causa spesso dei buchi tremendi da parte dei centrali di difesa lasciando involare gli attaccanti avversari. L'uso di questo modulo nel PRO Club, dove si può contare su un robusto contributo dell'intelligenza umana in fase difensiva.
Ottimo, inoltre, per chi usa squadre dotate di resistenza e qualità di gioco, la velocità non è determinante ma aiuta.

Related

Tattiche 371108988815902502

Posta un commento

  1. Si possono cambiare la posizione dei 2 attaccanti? Io mi trovo con la prima punta a destra e la seconda a sinistra

    RispondiElimina
  2. Gullit più arrestrato era a destra, mentre Van Basten avanzato a sinistra.
    Puoi provare dipende anche da chi gioca in quelle posizioni, resistenza, velocità...

    RispondiElimina
  3. Posso mettere gli attaccanti 1-1, fare un 4-4-1-1 ?
    mi ci trovo meglio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi provarci, anche se il modulo originale non prevede gli attaccanti in schema 1-1

      Elimina
  4. grande modulo ma io preferisco qualche freccia gialla a centrocampo

    RispondiElimina
  5. ciao, il milan di sacchi è ormai vecchiou

    RispondiElimina
  6. ciao potete mettere il Milan di Allegri????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie del suggerimento...vedremo...

      ...ricordatevi del "mi piace" sulla nostra pagina facebook :-)

      Elimina
    2. Certo! non appena fa la storia! :) e lo dico da milanista ...

      Elimina
  7. mettete il milan di ancelotti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ottima proposta, ma aspettiamo ancora un pò visto che del Milan abbiamo già Sacchi ;-)

      Elimina
  8. il Milan di Rocco?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Milan di Rocco, grande ispirazione! :-)

      Elimina
  9. Salve, sono un tifoso del Napoli, vorrei sapere se questo modulo va bene per la squadra partenopea. Ho letto attentamente la recensione di questa grandissima tattica e ho abbozzato questo 11 titolare, cosa ne pensate?

    - REINA

    - ZUNIGA
    - BRITOS
    - ALBIOL
    - MAGGIO

    - INSIGNE
    - INLER
    - BEHRAMI
    - CALLEJON

    - PANDEV
    - HIGUAIN


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli uomini sono molto diversi da quell'undici, direi che nè Insigne nè Callejon hanno analogie con Evani (certamente sono più vicini a Donadoni, Insigne in particolare, come propensione a saltare l'uomo). Tuttavia, credo che trasporre questo modulo al Napoli attuale (parliamo sempre di finzione ovviamente) non possa che venirne fuori una squadra molto offensiva e divertente. Unica variazione che ti consiglio è quella di mettere un'intensità in fase difensiva, gialla (normale) o rossa (scarsa) alle due ali per non farle trovare troppo fuori posizione e, corrispondentemente, intensità gialla, in fase offensiva, ai due terzini.

      Sostanzialmente ne dovrebbe derivare un 4-2-4 ... un po' distante dal modulo illustrato ma efficacissimo con gli atleti di cui dispone il Napoli di Benitez.

      Spero di essere stato chiaro. Buon divertimento.

      Elimina
    2. ti ringrazio :)

      Elimina
  10. questo modulo per il PSG va bene?

    magari con questo 11 titolare

    - sirigu

    - maxwell
    - t.silva
    - alex
    - van der wiel

    - lavezzi
    - verratti
    - matuidi
    - lucas

    - ibrahimovic
    - cavani

    un'altra cosa quando dici "è consigliabile non alzare troppo la squadra (ci pensa già la tattica personalizzata) lasciandola sull'impostazione rapida "EQUILIBRATA" se non addirittura "DIFENSIVA"

    dove si trova questa opzione, perchè non la trovo 0_0

    RispondiElimina
    Risposte
    1. con un grosso sforzo puoi usare questa squadre nel 442 di Sacchi, teoricamente Lavezzi, Verratti, Cavani sono portati a ben altri schemi ! direi di giocare in maniere "equilibrata" si

      Elimina
    2. Quale squadra consigli per giocare con il 4 4 2 di sacchi?

      Elimina
    3. ciao, grazie per la risposta. se non disturbo, potresti farmi un abbozzo di formazione dell'atletico madrid con questo 4-4-2 di sacchi? :D

      Elimina
  11. Sono un estimatore dei grandi Sacchi e Capello. Di conseguenza ho apprezzato molto le tattiche a loro dedicate. Sarebbe bello però poter utilizzare anche il 4-2-3-1 di Don Fabio alla seconda esperienza a Madrid (Liga vinta nel 2007). Spero un giorno poter vedere tale modulo/tattica in questo FANTASTICO SITO!
    Complimenti davvero. Un sito del genere era quello che aspettavo da tempo.

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fabio, annotiamo la tua richiesta. Ci stiamo strutturando per dare una cadenza precisa alle pubblicazioni della rubrica, suggerimenti come i tuoi alimentano la nostra curiosità e sono uno stimolo per produrre, e diverterci, con nuovi sistemi !

      Elimina
  12. Grazie a voi per questo bellissimo lavoro.

    Fabio

    RispondiElimina
  13. Ma i centrocampisti centrali sono CDD/CDS oppure CCD/CCS ?

    RispondiElimina
  14. Qualche consiglio: Porto di Mourinho stagione 2003-2004 (4-3-3/4-4-2), Porto di Villlas-Boas stagione 2010-2011 (4-3-3) e il Milan degli invincibili di Capello (4-4-2).

    Fabio

    RispondiElimina
  15. Credo che questo sia il centesimo messaggio che vi invio potreste mettere il Milan di Capello vi prego!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non temere il Milan di Capello è forse il pezzo più importante della storia del Milan (a parimerito con un altro paio di Milan)! Anche se era meno divertente di altri Milan.

      Elimina
  16. ciao, ho provato il modulo ora su fifa 14 e non è male. Una cosa volevo sapere: i terzini non dovrebbero essere ADA e ASA, anziché TD e TS? Grazie ciao

    RispondiElimina
  17. ciao, ma i terzini non dovrebbero essere ADA e ASA?

    RispondiElimina
  18. l'ampiezza della squadra è sbagliata secondo me. il milan giocava a zona ma non era largo, anzi, se leggete il libro di ancelotti, dice che in difesa la squadra si compattava per meglio applicare il raddoppio di marcatura. per cui per l'ampiezza adotterei un valore compreso tra 35 e 50. provato così anche online e rende meglio.

    RispondiElimina
  19. Ultimamente sento parlare spesso di 3-3-2-2, che nessuno applica (per quanto ne so) ad alti livelli, ma che sta prendendo piede invece nelle serie inferiori. Secondo chi lo adotta, esso coniuga alla perfezione le esigenze difensive con quelle di aggressione dell’avversario, e inoltre si copre bene ogni zona del campo ( it.wikipedia.org/wiki/3-3-2-2 ). C’è anche un manuale che lo spiega, scritto da due allenatori, uno spagnolo e uno tedesco.

    RispondiElimina
  20. Mettete il Real Madrid della Quinta del Buitre :)

    RispondiElimina

emo-but-icon

Be social

FIFA RELOADED CHANNEL

Scarica la guida gratis

item